HOME Best sellers più venduti Tempo libero e viaggi AnonimaPop Crociere Cucina
Libri - Saggistica - Editoria- Concorsi letterari - Rassegne - L'angolo della lettura
Condividi Hotel a Torino Strabuttanissima Sicilia





Il piacere di leggere


Novita' in Libreria

Strabuttanissima Sicilia di Pietrangelo Buttafuoco

Sarà presentato sabato 7 ottobre alle 20.30 al Teatro Brancati di Catania il nuovo saggio di Pietrangelo Buttafuoco "Strabuttanissima Sicilia. Quale disgrazia dopo Crocetta?", edito da La Nave di Teseo. Il giorno dopo sarà presentato alle 18.30 nell’auditorium “Pietro Floridia” di Piazza Matteotti a Modica. “Strabuttanissima Sicilia” sostanzialmente è il seguito del fortunato j’accuse “Buttanissima Sicilia -dall’autonomia a Crocetta, tutta una rovina", pubblicato nel luglio del 2014, un grande consenso di pubblico e di critica. "Rosario Crocetta se ne va - scrive Buttafuoco - e lascia il suo buco: una voragine nella carne viva della Sicilia, dovuta all'incapacità di un governo. Con la complicità dei leader politici nazionali, tutti indifferenti alle sorti del più importante pezzo di storia e di futuro messo al centro del Mediterraneo. E con la sciagurata devastazione sociale conseguente alla bugia delle bugie: l'Autonomia regionale, motore primo della corruzione, degli sprechi e del sottosviluppo".
Una fotografia dell'isola che descrive le tante contraddizioni tipiche. Un'esposizione lucida e attuale dello sfascio passato e ,forse , di quello futuro. "Fare tabula rasa - scrive Buttafuoco - Cominciate col farla in Sicilia. Funzionerà poi in tutta Italia. L'appuntamento politico prossimo venturo è in Sicilia, trovare un nuovo governatore, da come andrà a finire si capirà come andrà in Italia". Incalza lo scrittore/giornalista :"La California d'Italia , abbandonata da tutti, finita nelle mani di Crocetta che nel salotto della domenica televisiva andava ospite per sciogliere le provincie che oggi, a fine corsa, è stato costretto a resuscitare". Dopo Buttanissima, ecco Strabuttanissima Sicilia "per raccontare i guai della terra che dannandosi si ama, una terra che pur davanti all'evidenza del baratro si rifiuta di voler imparare dai suoi errori. Aveva ragione Tomasi di Lampedusa. - conclude Buttafuoco - E noi, purtroppo, torto. Nulla, infatti, cambia". (Ordina il libro)

Pietrangelo Buttafuoco, giornalista e scrittore, è nato nel 1963 a Catania. Sposato con due figli. Ha iniziato a scrivere su " Il Secolo d’Italia", firmandosi Dragonera. E' stato direttore per pochi mesi dell’Italia settimanale nel 1996. Scrive su “Il Foglio”, “La Repubblica” , “Sole 24 ore” e sul “Fatto Quotidiano”. Dal 2007 al 2012 presidente del Teatro Stabile di Catania (succedendo a Pippo Baudo). E’ autore di libri di successo tra questi ricordiamo: “Le Uova del Drago”, "L’ultima del diavolo", "Cabaret Voltaire", "Fimmini", "Il lupo e la luna", "Fuochi", e "Il Dolore Pazzo dell’Amore". Gli piace camminare. Della Sicilia porterebbe nel mondo "le n'zalore, le mandorle verdi, la granita di gelsi neri, le giacche di fustagno, i casini di Catania".




© 2017 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.
-