HOME Best sellers più venduti Tempo libero e viaggi AnonimaPop Crociere Cucina
Libri - Saggistica - Editoria- Concorsi letterari - Rassegne - L'angolo della lettura
Condividi Hotel a Torino Il settimo giorno





Il piacere di leggere


Novita' in Libreria

Il settimo giorno di Yu Hua

Una mattina Yang Fei esce di casa e trova nebbia fitta mista a neve luminosa: è in ritardo per la sua cremazione. Inizia così un viaggio di sette giorni nell’Aldilà come se lo immagina Yu Hua, l’autore di Vivere! e Brothers. Tra comicità travolgente e poesia, il romanzo è un’ironica meditazione sul destino e sulla morte e una critica feroce della Cina contemporanea, fra comunismo e ipercapitalismo. Yu Hua è il quinto autore protagonista dei #GiorniSelvaggi il progetto di Circolo dei lettori e Salone Internazionale del Libro, che porta in città le migliori firme dell’ultima stagione letteraria.
Yu Hua è uno dei migliori scrittori della nuova generazione, è nato nel 1960 a Hangzhou, Cina. Sua madre era infermiera e proprio in ospedale ha fatto il suo apprendistato di scrittore. Mercoledì 13 settembre ore 18 alla Biblioteca Civica Centrale (via della Cittadella 5), Yu Hua porta Il settimo giorno (Feltrinelli): spietata critica alla società, al capitalismo socialista e alle sue contraddizioni. L'evento in collaborazione con Biblioteche civiche torinesi, Dipartimento Studium - Università di Torino e Istituto Confucio. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria: , 011 5184268 int. 901.
Yu Hua a Torino incontra il pubblico in altri due appuntamenti:
- Merrcoledì 13 settembre, ore 13. Pranzo con l’autore presso la libreria Bardotto (via Mazzini, 23/d, tel. 011 / 885004).
- Mercoledì 13 settembre, ore 17. Firma-copie presso la libreria Il Banco di Bellentani (via Garibaldi, 45/i).

Prenota il tuo posto per l'incontro con Yu Hua a off365@salonelibro.it , vai a pranzo con l'autore e scopri il firma-copie.

Il settimo giorno è un'ironica meditazione sul destino e sul senso della fine, una critica feroce della Cina contemporanea, fra comunismo e ipercapitalismo. Yang Fei esce di casa una mattina e trova una nebbia fitta mista a una strana neve luminosa: è in ritardo per la sua cremazione. Inizia così il viaggio nell'Aldilà di un uomo vissuto, troppo brevemente, nella Cina del capitalismo socialista e delle sue aberranti contraddizioni. In un'avventura di sette giorni, il protagonista incontrerà persone care smarrite da tempo, imparando nuove cose di loro e di se stesso. Conoscenti e sconosciuti gli racconteranno, poi, la propria storia nell'inferno vero, l'Aldiquà: demolizioni forzate, corruzione, tangenti, feti buttati nel fiume come rifiuti, miriadi di poveracci che pullulano in bunker sotterranei come formiche, traffico di organi, consumismo sfrenato... La morte livella finalmente le diseguaglianze, svelando l'essenziale, e i cittadini di questa necropoli soave uscita dalla penna di Yu Hua ci insegnano tutta la semplicità dell'amore. (Ordina il libro)




© 2017 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.
-